EAP: dalla parte del lettore (Gente che non capisciare l’italiano, come disse Totò, o novelli Cardinal Richelieu?)

9 Lug

Gente che non capisciare l’italiano, come disse Totò, o novelli Cardinal Richelieu?
Vi è mai capitato di dire qualcosa, e che qualcuno capisca fischi per fiaschi?
Bene, spesso si tratta solo di individui che hanno problemi a capisciare l’italiano, direbbe Totò.
Ma in altri casi trattasi di novelli Cardinal Richelieu. “Datemi sei righe scritte dal più onesto degli uomini, e vi troverò una qualche cosa sufficiente a farlo impiccare”, dichiarò.
Ovvero se sei sufficientemente scaltro, puoi prendere le parole di un altro e far sì (con un po’ di astuzia) che costui sembri aver detto proprio tutta un’altra cosa…
Nei blog si trova spesso gente in cattiva fede. Cattivissima. Che pur di sentirsi nella ragione e poter alimentare un ego grosso a dismisura, distorce l’altrui pensiero al punto da prendere pezzi isolati delle argomentazioni della controparte ed imbastirvi sopra tutto un castello di sciocchezze per gettargli sopra discredito.
Devo confessare che trattasi quasi sempre di manipolazioni così ingenue e di tagliaincolla così infantili che all’occhio di una persona appena “normale” appaiono quello che sono. Il bimbesco tentativo di un ego tanto assetato di consenso da non rendersi conto della propria mediocre stoltezza!
Altre volte i blogger in questione sfoderano l’arma della “proprietà privata del blog”, ai loro occhi una casa privatissima ed inviolabile da cui poter estromettere e cacciare chiunque li contraddica… Ma un blog è un luogo pubblico, mica una casa. E se qualcuno commenta educatamente non dovresti certo bannarlo, ma accogliere le sue argomentazioni.
Ora, non so se nei commenti del post che ribloggo, si sia svolto proprio quello che ho descritto… Lo ribloggo per due motivi:
1) Ribadire che per me il lettore è sufficientemente avveduto da decidere da sè cosa comprare in libreria (senza bisogno di bandire i libri degli EAP, editori a pagamento, dalle librerie… ). Viva la libertà! Di chi si paga il libro per farselo stampare, e del lettore che non ha bisogno di qualcuno che decida per lui cosa deve arrivargli davanti agli occhi in libreria!
2) Perchè sono stato bannato dall’autrice del blog. E volevo spiegare come… Con una preghiera! “E’ pregato dall’astenersi dal rivolgersi in mondo offensivo agli altri commentatori”… Cioè: mi stai pregando di non rivolgermi offensivamente, e poi mi banni? Ma che mi preghi a fare allora! E comunque l’offesa era la seguente: “Come disse Totò: Lei non capisciare l’italiano?” Eh sì, una grande offesa. A me fa solo sorridere, per lei è un’offesa… Povero Totò, non rivoltarti nella tomba…
Comunque nei commenti finiti nello spam invitavo la signorina a “farsi un esamino di coscienza” visto che parla del suo blog come di un luogo di oneste discussioni. Oneste. Si. eh?
Beh, leggete e fatevi un’idea!

lepaginestrappate

Mi sono accorta che la maggior parte delle discussioni e degli articoli sull’Editoria a pagamento (a favore, sottilmente non contrari, contrari) sono totalmente concentrati sugli autori. Sul loro punto di vista. Sulle possibilità di vantaggio, sugli aspetti legali, sugli svantaggi, sul perché si scelga questa strada, sul bisogno narcisistico di pubblicare a tutti i costi, eccetera.

Mi sconcerta sempre un po’ questa totale attenzione all’autore, alla parte “produttiva”. Da che mondo è mondo, i libri sono pubblicati per i lettori!

Si discute tra le altre cose di un possibile vantaggio nel “farsi conoscere” tramite l’editoria a pagamento. Ad esempio, questo articolo di Luca Mastrantonio uscito ieri sull’inserto culturale La Lettura ne chiacchiera (seppur, come osserva Roberto R. Corsi, in modo confusionario – soprattutto nella distinzione tra self publishing ed editoria a pagamento!). Ancora una volta, ci si rivolge agli scrittori.

Mi soffermo su questo: “farsi conoscere”. Da chi? Dal…

View original post 659 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: