La religione, brutalmente sgozzata dal Rasoio… di Occam!

29 Feb

Uno strumento pare, a tutt’oggi, il più adatto a recidere la giugulare delle religioni  monoteiste (e non) .

E chiamasi – nel latino tanto amato da alcuni di questi credi – Novacula Occami.  Ovvero, il Rasoio di Occam… E non stiamo parlando di una lama metallica affilata e scintillante bensì di un principio metodologico.

Codesto principio fu peraltro elaborato proprio da un frate, il monaco francescano inglese William of Ockham, altresì noto come Guglielmo di Occam. E recita, più o meno, che tra le varie spiegazioni possibili di un evento bisogna accettare quella più “semplice”, intesa non nel senso di quella più “ingenua” o di quella che spontaneamente affiora alla mente, ma quella cioè che appare ragionevolmente vera senza ricercare un’inutile complicazione aggiungendovi degli elementi causali ulteriori

E come entra in tutto questo discorsetto la religione? C’entra, c’entra… Perché la faccenda  religiosa va di pari passo con  la questione riguardante la generazione dell’universo:

  1. da un lato si può ipotizzare un universo eterno, o generato da sé o per motivi sconosciuti;
  2. dall’altro, un universo generato da una divinità, la quale a sua volta è eterna, o generata da sé o per motivi sconosciuti.

In questo senso, la prima versione non postula enti inutili (la divinità), ed è quindi preferibile.

E’ inutile introdurre un Dio per spiegare l’esistenza del mondo!

Infatti, alla domanda “Perché esiste il mondo?”, i credenti delle religioni rispondono che “Il mondo è stato creato da Dio”, ma non essendoci per sua stessa definizione nulla di più potente di questo dio e quindi nulla che possa averlo creato, ne consegue che Dio, a differenza del mondo, è sempre esistito. Ma a questo punto, se è possibile che questo qualcosa sia sempre esistito, perché non anche il mondo? La risposta alla domanda iniziale “Il mondo è stato creato da Dio, il quale è sempre esistito” si semplifica quindi in “Il mondo è sempre esistito”. In altri termini è superfluo (e quindi, secondo il rasoio di Occam, sbagliato in senso metodologico) introdurre Dio per spiegare l’esistenza del mondo, e il fatto di spiegare il mondo e l’universo come creazione di dio è un rimandare la spiegazione, per il fatto che ora dall’inspiegabilità dell’universo si passa nella assai più complessa inspiegabilità di Dio.

Non si può non concludere citando Marx, emblema di un simil pensiero:

« La religione è il singhiozzo di una creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore, lo spirito di una condizione priva di spirito. È l’oppio dei popoli. »

Ma qual è la funzione della religione per il credente? Essenzialmente duplice:

  • Tenta di offrire un senso ai problemi ultimi dell’esistenza.
  • Fornisce un sostegno psicologico in momenti gravi e delicati della vita.

Già…  ma  se per la gente comune la religione è un anestetico col potenziale di  far dimenticare il male ed il dolore (non certo di risolverne le cause), come mai sono sempre ruotati attorno alle istituzioni religiose interessi economici, politici e militari?

Ebbene: per mantenere il dominio del singolo o di una casta sul resto degli abitanti, l’uomo ha sempre avuto a disposizione due sistemi:

  1. il convincimento a forza
  2. il convincimento attraverso il pensiero

Non sempre il primo sistema si è rivelato sufficiente e conveniente, e i Potenti devono essersene accorti molto presto. La religione nasce quindi come “scienza” del convincimento attraverso le armi del linguaggio invece che della forza, finalizzata al mantenimento della piramide sociale in cui gli strati inferiori rispettano il proprio stato, ma soprattutto evitano di insidiare la superiorità degli strati più benestanti.

Tuttavia, al giorno d’oggi la religione non pare avere più la presa dei tempi antichi. Oggi la religione esprime un significato marginale e secondario, almeno per le masse che vivono nelle società dell’occidente, fatta eccezione per alcune esigue minoranze. Ormai la religione non occupa più il posto centrale, non ha più l’importanza ossessiva e dominante che ricopriva nell’ esistenza degli uomini delle epoche trascorse. Oggi nuovi oppi sono subentrati a sostituire la religione nella sua funzione di “sedativo” sociale:

  • Le varie dipendenze che offrono gratificazioncine immediate, e liberano almeno per qualche istante, dal male(ssere), senza ovviamente risolverne la causa: Fumo, Tecnologia, Sesso, Droga, Grassi …

La lezione del post, che non vuol essere un’invettiva antireligiosa (essendo come già detto la religione ormai una ‘faccenda’ sempre più per minoranze, ma non si sa mai…) è l’invito ad usare i principi metodologici della razionalità pragmatica per giudicare i fatti, e districarsi più agevolmente in un mondo dalla complessità sempre più elevata…

Fonti:


Annunci

2 Risposte to “La religione, brutalmente sgozzata dal Rasoio… di Occam!”

  1. icittadiniprimaditutto febbraio 29, 2012 a 8:52 pm #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Back Pain Relief marzo 25, 2012 a 10:55 am #

    Thanks a ton for stating your opinions. Being a writer, I am always in need of unique and different solutions to think about a topic. I actually uncover fantastic creativity in doing this. Many thanks
    My site is about Back Pain Relief.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: